2021- La protezione solare sicura secondo la ricerca: cosa ho scoperto leggendo la guida dell’EWG

2021- La protezione solare sicura secondo la ricerca: cosa ho scoperto leggendo la guida dell’EWG

Pubblicato da Anita Valderrama Chopitea il

Quando arrivano le prime giornate di sole primaverile il mio umore rifiorisce, mi sento leggera dentro, piena di fiducia e quella sensazione di sollievo che accompagnava la fine dell’anno scolastico riaffiora magicamente (dopo tanti anni…😊).

Tutto grazie alla magica influenza della luce solare e dell’aria tiepida.

È questo il momento in cui si ri-inizia a parlare dell’importanza di proteggere la pelle del viso e del corpo dai raggi solari nocivi e riaffiorano i soliti dubbi:

In realtà tutte noi amiamo il sole ma teniamo alla nostra pelle e vogliamo proteggerla e mantenerla in salute.

Ogni anno il gruppo americano EWG (Environmental Working Group) stila un report sull’efficacia dei vari tipi di protezione solare e leggendo quello del 2021 ho trovato degli spunti molto interessanti.

In questo post troverai una sintesi di quello che è scritto in quel report e le risposte alle domande più comuni.

Scoprirai anche che le donne coreane danno importanza alla protezione solare e le creme che usano sono efficaci e piacevoli da usare.

Parlerò anche dell’India, paese magico, in cui il sole non manca tutto l’anno e in cui le donne si prendono cura della loro pelle ambrata seguendo le indicazioni dell’antica medicina ayurvedica.

Cos’è la guida alle creme solari dell’EWG? 

L’EWG è una associazione no-profit americana indipendente che verifica la qualità ed eventuale presenza di ingredienti nocivi nei prodotti disponibili sul mercato per la cura della persona e per la pulizia della casa.

Ogni anno analizza il contenuto e la validità dei prodotti solari in commercio e pubblica una guida con i risultati della sua ricerca e le indicazioni per la scelta.

Qualcosa di simile all’associazioni AltroConsumo in Italia, specializzata però nei soli prodotti cosmetici e di pulizia.


Filtri solari chimici o filtri solari minerali

Sicuramente avete già sentito parlare delle diverse tipologie di filtri solari:
si tratta dei principi attivi contenuti nelle creme solari che svolgono l’azione di protezione dai raggi del sole.

I filtri minerali (anche chiamati filtri “fisici”) sono gli ingredienti usati storicamente nei prodotti solari.
Sono quelli che lasciano un residuo biancastro sulla pelle e che si comportano in modo simile a uno scudo riflettente, non lasciando penetrare i raggi nocivi nella pelle.
I più usati: l’ossido di zinco e il biossido di titanio.

Secondo lo studio dell’EWG i filtri minerali sono i più sicuri per la salute perché non vengono assorbiti dal corpo.

La guida sconsiglia comunque l’uso delle creme solari in spray o aerosol, perché c’è il rischio di inalare le nanoparticelle dei filtri minerali che potrebbero rivelarsi dannose per i polmoni.

I filtri chimici sono una scoperta più recente, introdotti per evitare il residuo biancastro e per avere delle formulazioni più leggere e trasparenti.
In questo caso il principio attivo non riflette i raggi solari ma li assorbe trasformandoli in una forma di energia non dannosa per la pelle.

Purtroppo è dimostrato che questi principi attivi vengono assorbiti nel corpo attraverso la pelle e il loro effetto a lungo termine non è stato studiato a fondo. In alcuni casi sembra che l’accumulo di queste sostanze influenzi negativamente l’equilibrio ormonale.

In particolare la guida EWG consiglia di evitare i seguenti principi attivi: avobenzone, oxybenzone, ecamsule e octocrylene.

Il migliore alleato della tua pelle è … l’ombra

Quando arrivo in spiaggia o la mattina prima di uscire di casa applico diligentemente la crema solare sul viso e sulle parti del corpo più esposte.

Penso di aver fatto il mio dovere, ma purtroppo non è così.
La guida ai solari spiega infatti che l’effetto protettivo di una buona crema solare decade dopo solo due ore dall’applicazione e ogni volta che facciamo un bagno al mare o in piscina.

Il consiglio degli esperti è di riapplicare la crema ogni due ore, ma soprattutto stare all’ombra il più possibile in particolare nelle ore centrali della giornata in cui i raggi solari sono più intensi.

Ricapitolando: i 3 consigli per gioire del sole in sicurezza (in ordine di importanza)

  1. Evitare di esporsi al sole troppo a lungo, rimanendo all'ombra nelle ore centrali della giornata
  2. Scegliere una buona crema solare con un filtro minerale ad ampio spettro, preferibilmente una crema da spalmare e non da spruzzare o vaporizzare.
  3. Riapplicare la crema secondo le indicazioni riportate

Non dimentichiamoci dei coralli e dell’ecosistema marino

 Il mare è un elemento magico che ci dona bellissimi momenti e sensazioni uniche, ma è anche l’habitat naturale di una fauna e una flora diversissima.

Tanti studi hanno ormai confermato che i residui lasciati dalle creme solari (soprattutto quelle contenenti filtri chimici) danneggiano i coralli e altre specie che vivono nel mare.

Lo stato delle Hawaii ad esempio permette la vendita delle creme solari che contengono solamente i filtri minerali, per proteggere la barriera corallina delle sue bellissime isole.

In effetti per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni la cosa migliore sarebbe quella di usare come protezione indumenti appositi fatti con tessuti che bloccano i raggi solari.


Per le donne coreane proteggere la pelle del viso dai raggi solari è la cosa più importante

La cosmesi coreana o K-Beauty promuove la cura della pelle del viso fin dalla giovane età.

Le donne coreane usano regolarmente prodotti che proteggono la pelle dagli agenti atmosferici e ne mantengono l’equilibrio naturale, con la convinzione che una pelle in salute è sempre bella e non ha bisogno di trucco.

Uno dei prodotti iconici coreani, la BB Cream, contiene infatti filtri solari di tipo minerale che riflettono i raggi solari più dannosi.

Per la skincare routine estiva sono disponibili anche delle creme solari viso molto valide.

Per il nostro negozio ho ad esempio scelto una crema del brand coreano Mishha, la Lozione Alta Protezione Safe Block rx:

  • Contiene solo filtri solari minerali, in particolare ossido di zinco e biossido di titanio per una protezione SPF50+
  • Ultra resistente ha una consistenza leggera e un risultato matte
  • Non contiene ingredienti considerati dannosi per i coralli e le specie marine
  • Aiuta a prevenire rughe e macchie della pelle e non è irritante per gli occhi.

 

La Lozione Protezione Safe Block di MISSHA  


Previeni le rughe e le macchie solari rinforzando le difese della pelle con l’Ayurveda

In India la medicina tradizionale ayurvedica non prevede l'uso di filtri solari veri e propri, perché durante tutto l’anno il sole è così forte che la cosa più saggia da fare è rimanere all'ombra, e ripararsi con cappelli o sciarpe.

Le donne indiane si prendono cura della loro pelle utilizzando impacchi che contengono principi attivi naturali come la curcuma.

La curcuma svolge un’azione antiossidante e antiinfiammatoria: aiuta così ad aumentare le difese della pelle e a contrastare gli effetti negativi dell'esposizione al sole.

Ecco una maschera "fai da te" che rinfresca, nutre e illumina la pelle:

  • 2 cucchiai di yogurt intero
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaino da caffè di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di olio di oliva

Da applicare la sera prima di dormire, tenere per 15 min e poi sciacquare con acqua tiepida.

Se vuoi regalare al tuo viso l’energia speciale della curcuma, scegli per la beauty routine estiva i prodotti cosmetici ayurvedici che la contengono come ad esempio quelli del brand indiano Soultree.

NEWS

← Post Precedente



Lascia tuo commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione